TOP

In Contrastabile

È un progetto che affronta il tema del contrasto fra la forza istintuale e la forza intellettuale, fra l’ istinto e il pensiero, della lotta che dobbiamo sostenere tra la nostra vera forza e i condizionamenti di cui siamo vittime fin da piccoli. La lotta fra la forza terrena di attaccamento alla vita, il fuoco dentro che non si spegne perchè è “incontrastabile”, e il pensiero: l’ insieme delle cose in cui crediamo o meglio cose in cui ci hanno insegnato a credere, in profondo contrasto con la nostra essenza.

Ed è cosi che nasce il malessere. La ricerca coreografica che voglio affrontare inizia nel momento in cui ci accorgiamo che il pensiero, inteso come insieme di condizionamenti , è un intruso, è solo una parte di noi e possiamo imparare a gestirla.

Il giudizio e i condizionamenti occupano la nostra mente e ci impediscono di vedere limpidamente. Ripetiamo gli stessi errori perché la nostra capacità di analizzare la vita è coperta da questo accumulo di false credenze così viviamo tutta la vita senza conoscerci davvero perché noi siamo dall’ altra parte del velo e non riusciamo ad incontrarci.

In.Contrastabile parla della ricerca dell’ individualità, del diritto di scegliere secondo i nostri desideri e non secondo i desideri della collettività.

Il velo rappresenta per me proprio questa sorta di trappola, racchiude le credenze che ci hanno posato sopra, che dobbiamo imparare a gestire, manipolare, vincolare solo ad una parte del corpo (nel mio caso la testa) fino ad essere in grado di liberarcene.

Ma cosa succede nel momento in cui togliamo questa maschera? Chi diventiamo? O chi siamo in realtà?

Coreografa e interprete Jessica De Masi

Musiche Salvatore Belviso

Produzione Twain_Centro di Produzione Danza

Con il sostegno di MiBACT e Regione Lazio

 Finalista Cortoindanza 2016 e Premio direzioniAltre 2017

ALTRI SPETTACOLI